L’imitazione è un importantissimo processo cognitivo. Basti pensare a come fin dai primi mesi di vita impariamo a rispondere per imitazione (Piangi? Piango. Ridi? Rido.). Più i bambini crescono più si specializzano nell'imitazione, dando un significato a quanto fanno, imparando a cosa serve un gesto piuttosto che un altro: “Imitando prendo il mio posto nell’ambiente”;

Anche gli adulti lo fanno. Entrando in un posto nuovo, come arma di adattamento, imitano gli altri.

I giochi di imitazione sono importanti perché consentono ai bambini di apprendere divertendosi, e sono anche d'aiuto ai genitori per capire ed osservare i propri figli.
I giochi d'imitazione possono far emergere particolari inclinazioni, gusti o piuttosto potrebbero riflettere dei disagi (come ad esempio l'arrivo di un fratellino).

Tramite i giochi di imitazione, il bambino conquista il suo posto nell'ambiente che lo circonda

È sempre molto importante imparare ad osservare i bimbi mentre giocano, lasciandoli completamente liberi di esprimersi, in modo che possano esternare liberamente le proprie emozioni positive o negative che siano.

Ci sono tanti giocattoli che possono essere intesi come giochi di imitazione. I primi giochi, in ordine di crescita, sono sicuramente quelli sonori, in cui il bambino cerca di imitare i suoni, le musiche o i versi degli animali che ascolta quotidianamente: nelle diverse fasi della crescita l'imitazione sarà sempre più completa e articolata.

I giochi imitativi per i bambini nella fascia dai 3 ai 6 anni, ad esempio, sono i giochi di cucina, i banchi da lavoro, oppure i kit dei mestieri; giochi in cui i bambini si cimentano in veri e proprie attività imitando i gesti quotidiani delle persone che li circondano e li accudiscono (mamma, papà, nonni...). Questa forma di gioco ha anche una forte valenza sociale, perchè i bambini riconoscono ed imitano i ruoli della famiglia (dal piccolo nucleo delle mura domestiche al nucleo parentale più esteso), della scuola e più in generale della società.

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: i genitori devono imparare a dedicare tempo ai propri figli e dovrebbero trarre da occasioni di gioco come quello in cui un bambino imita una situazione, spunti importanti. E' importante però che sia il bambino a dirigere il gioco!